Browse By

Il comitato consultivo di Google per il diritto all’oblio

il comitato di Google per il diritto oblioContinua il dibattito sul tema relativo al diritto oblio e, a pochi mesi dalla sentenza europea in merito alla questione, nasce il Comitato Consultivo di Google, un consiglio di 10 esperti provenienti da settori differenti avrà il compito di esaminare tutti i suggerimenti degli utenti per trovare il giusto equilibrio tra il diritto alla privacy e il diritto all’informazione.

E’ stata creata una pagina ufficiale completamente dedicata al Comitato Consultivo di Google e denominata “comitato consultivo per il diritto all’oblio di Google” suddivisa in tre sezioni differenti.

  1. Una prima sezione riepiloga brevemente la posizione di Google riguardo la questione eplicitando la volontà del grande colosso di Mountain View di trovare il giusto equilibrio tra il diritto all’oblio di una persona e il diritto all’informazione del pubblico;
  2. Successivamente, viene data la possibilità agli utenti di visionare e condividere sui social (Facebook, Twitter e G+) i video dei vari incontri pubblici tenuti dal Comitato Consultivo per il diritto all’oblio in varie capitali d’Europa; tali incontri si sono susseguiti da settembre a novembre in 7 sessioni differenti e hanno permesso al comitato di incontrare governi, aziende, media, mondo accademico, settore della tecnologia, organizzazioni che si occupano della protezione dei dati e altre organizzazioni al fine di avviare un dialogo aperto sulla delicata questione che intercorre tra il diritto all’oblio e il diritto all’informazione. I principali argomenti che il comitato di Google ha portato avanti nelle proprie consultazioni sono stati: richieste di rimozioni particolarmente difficili (ad es. condanne penali), ripercussioni che la sentenza europea ha avuto sugli utenti europei di internet, sugli editori, sui motori di ricerca e non solo, responsabilità dei siti web nei confronti dei contenuti pubblicati dagli utenti e il delicato rapporto fra trasparenza delle informazioni e diritto all’oblio.
  3. Infine, vengono fornite informazioni relative al comitato consultivo per il diritto all’oblio: ad ognuno dei membri facenti parte del consiglio, è dedicato un breve estratto contenente informazioni relative alla propria esperienza e alle competenze acquisite.

Il comitato consultivo di Google sta attualmente esaminando tutte le informazioni raccolte durante il tour europeo e a breve avrà l’arduo compito di elaborare norme specifiche sul tema del diritto all’oblio.

L’argomento continua a sollevare non poche discussioni ma, con la formazione del comitato consultivo di Google, il il grande colosso del web esplicita chiaramente la propria volontà di percorrere la via di un dibattito costruttivo che sappia tenere conto degli interessi di tutte le parti coinvolte al fine di dare il giusto riconoscimento al diritto all’oblio senza che venga leso in alcun modo il diritto all’informazione del pubblico.

Restiamo in attesa delle prossime evoluzioni.

Share Button