Browse By

Diritto all’oblio: Google segnala i link rimossi

Google sengala i link rimossiGoogle sta progettando un sistema per segnalare i link rimossi in virtù del diritto all’oblio, diritto a cui tutti i cittadini europei possono appellarsi dopo la recente sentenza della Corte di Giustizia europea.
Difatti, da qualche settimana, il motore di ricerca più famoso del mondo, mette a disposizione un form on line grazie al quale tutti gli utenti europei possono esercitare il sopracitato diritto all’oblio per richiedere la rimozione di contenuti personali.

Dal momento che i moduli compilati ed inviati a Google continuano a proliferare, ben presto saranno altrettanto numerosi i link rimossi dalle pagine dei risultati delle ricerche: tutto ciò, però, potrebbe far insorgere problemi riguardanti il reperimento di risorse.

A tal proposito, secondo le indiscrezioni del Guardian, sembra che Google stia pensando di inserire, in fondo alle pagine relative ai link rimossi, un formato di avviso molto simile a quello utilizzato per i materiali che violano il copyright. (Un esempio potrebbe essere quello che appare a seguito della ricerca su Google di “Mp3 Adele“).
Dunque, potrebbe essere visibile un alert esemplificativo in fondo a tutte le pagine di Google in cui almeno uno dei risultati di quella ricerca è stato rimosso.

Inoltre, continuando a far fede alle notizie pubblicate dal quotidiano britannico, Google starebbe pensando di inserire tutte le informazioni relative al diritto all’oblio e ai link rimossi nella sua relazione biennale sulla trasparenza (Transparency report), in cui rivelerebbe il numero delle richieste arrivate da tutte il mondo per la rimozione dei link.
Secondo una prima stima effettuata dal Financial Times, attualmente, la maggior parte delle richieste di rimozioni arriva dal Regno Unito e dalla Germania .

A questo punto, non resta che valutare la reale soddisfazione dell’utente nei confronti delle modalità con cui Google dovrebbe segnalare i link rimossi.

Share Button